Perchè un nuovo sito?

…per rendere visibile quello che non si vuole lasciare nell’ombra, per “l’arrogante umiltà di pensare che” si ha “qualcosa da offrire: una riga, una scena, un salto in alto”…
In questo caso i visitatori sono invitati ad entrare come osservatori in un laboratorio che, pur essendosi finora realizzato prevalentemente nella scuola, ha sempre mirato a varcarne i confini.
Le pratiche scolastiche, più o meno avanzate, quando vengono portate alla ribalta lo sono di solito in forma di Progetto, quasi fosse questa l’unica veste degna di esposizione.

Eppure l’esperienza continua a dimostrare a genitori ed insegnanti che la sostanza dell’educare, il nucleo fondante del processo di formazione restano comunque la relazione tra l’insegnante e gli alunni ed il dialogo – inteso in senso letterale e non solo metaforico – che si svolge quotidianamente fra loro.

Ed è proprio questo che, anche quando meriterebbe di essere visto, continua ad essere pressoché invisibile, nascosto tra le pareti spesso soffocanti delle aule scolastiche ed è proprio su questa dimensione che si vuole invece portare l’attenzione aprendo al pubblico le porte di un laboratorio dotato di sue particolari attrezzature e produzioni…
Pur essendo presenti in questo sito tracce, spunti e modelli operativi, non vi si troveranno facili ricette di immediata esecuzione ma piuttosto proposte e contenuti su cui riflettere.

I materiali offerti in visione, nonostante siano in prevalenza testi scritti, intendono restituire la freschezza del parlato, l’immediatezza della sorpresa, la pratica ineludibile dell’argomentare, la lenta ma costante costruzione di un sapere condiviso…

Dialogo